Aranci e Limuna

natura_morta_con_arance_e_brocche_cm_70x80.jpg
Aranci e limuna
China eni la campagna
di giallu splindenti eranciu duratu.
Comu lu suli i la matina  chiddu di la sira
‘mezzu lu virdi di li foggli e l’irbuzza frisca
tutticosi ccummigghiati i l’acquazzina
pari chi si lavano pi megghiu appariri
a lu sguardu disidirusu ‘un picciriddu
di passaggiu  a lu patruni
pì fallo priari.
 
 
Ricurdannu a tutti
zagari        udurusi,
ciavuriano ancora l’ariu
culura mediterrani
appartinenti a na’
isola spiciali
a me’ terra!

TRADUZIONE:-

piena è la campagna
di giallo splendente
e
arancio dorato

come il sole
della mattina
e
quello della sera

in mezzo al verde
delle foglie
e
l’erbetta fresca

il tutto
coperto
della brina

sembra che si lavano
per meglio comparire
allo sguardo desideroso
di un bambino
di passaggio
o al padrone (proprietario della terra)
per farlo rallegrare.

ricordando a tutti
zagare odorose
annusano ancora l’aria

colori mediterranei
appartenenti a una
isola speciale

BUONGIORNO AUTUNNO

http://1.bp.blogspot.com/_LSZOTOhQdfE/SO--O_9welI/AAAAAAAABFA/SPj-14Fqr3I/s400/LuigiBenassi+1+ott+2006+Fuji+005vite+canadese+autunno.jpg
 
Fruscii chiacchiericci
su in cima al ramo
sparlano la -tramontana-

Occhieggia il sole
tra nuvole pallide
e…

filo di luce illumina
pianta di vite
ormai
scarna del frutto
e di pampini verdastri.

Clima caldo che scema
e sue lacrime
danno l’addio all’afa

Dolce cinguettio
di un passero solitario
che  in  fresche acque sguazza

posta in marmorea fontanella
tra il fior di loto
e l’albero del limone

Ed io

dietro la finestra infreddolito
sorseggio il mio caldo caffè
dando
il  buongiorno all’autunno
che ormai con i suoi colori pastello
colora le pareti del mio cuore
 

cade una foglia!

LA PIOGGIA

http://conme.files.wordpress.com/2008/02/albero-con-pioggia-bianca-finale.gif

 

– La pioggia –

Delle sue gocce odo il –ticchettio
sul vetro della finestra,
appannata
dall’alito pesante di un pensiero
che corrode oltre all’animo l’epa.

Come colonna sonora,
accompagnami
in questo funereo lutto d’amore


è spento ormai
il fuoco del  camino.

Oh, pioggia!

Lasciami  nel –torpore
di questo gelido
abbraccio
dimmi solo se domani,
ci sarà
uno spiraglio di sole
a riscaldare
il mio sangue
raggrumato dal peso
del nero manto del cielo.

Io non piango,
ma sento la pioggia
che inonda –il cuore

….è tempesta in me!

 

by

Filippo Salvatore GANCI

VERSO LA MORTE


E’ tempo…
http://4.bp.blogspot.com/_s4-bY1WXNM4/SlUMX4IpUYI/AAAAAAAAFFk/KYV2N_69daE/s320/foglia

la tua fase

è al culmine

cupo cielo
le sue lacrime
piange

e il vento
con folate impetuose
raffredda  –
i cuori

Non è più tempo
di caldi
-sussurri-
sotto la luna piena
dai l’ultimo addio
alle tue consorelle
che t’han tenuto –
compagnia-

io… seguirò
con sguardo mesto
il tuo cammino
verso
-la nuda terra-
che t’aspetta.

 

Insieme -alle altre-
sarai linfa  di nuova vita
ricordo resterà nel cuor mio
di questa
-stagione-

addio…..foglia!

Vendemmia speciale

natura,poesia,blog,filippo salvatore ganci,scrittore di emozioni

Filari di vite
mostrano uve mature
accolgono
vista di uomini
con mani callose
segnate dal passaggio
di tanti soli
pronti per recidere
raspi da vite madri, 
gesti ripetitivi
delicati,   ma precisi

come ostetrici di grande
esperienza,   recidono
l’ultimo legame con la madre
portando i neonati
a nuova vita
e
nuova esperienza.

Uomini con cura
posano grappoli d’uva
in apposite ceste
con armonioso fare, 
sembrano neo-padri
che tengono
il figlio nato appena
nelle proprie mani
e
con estrema delicatezza
l’adagiano nella culla
dandole un ulteriore sguardo
che a posto tutto sia.

Antichi rituali
ripetuti ogni stagione
dove sacrifici sono
ricompensati
da un nettare divino.

VISTA MARE

http://www.italiatravelweb.it/img/uploaded/mare-sicilia.jpg

Scorcio di rada
tra mediterranea macchia
avvinghia lingua di mare
con aureo arenile.

Giovani scogli
fan da sentinella.

Frenano il ficcarsi
delle onde crespe,
da mossa
scaturiscono suoni
come saluto d’attenti.

Svanito cavallone
approda sulla battigia
intride
colorati nicchi
fra la rena .

Tenue zefiro salato
ad aria greve s’oppone.

Vista affresca
emozioni d’animo
di un uomo in panciolle
sdraiato all’ombra
di un pergolato