IN-CERTE SPERANZE

incerte speranze

IN-CERTE  SPERANZE

Un madido corpo

infastidito da stagnante mente

attende aliti di sogni.

Nel mare posato di un’anima

cantano le sirene

a incantar cuor d’Ulisse.

Passo senza offesa

perché legatomi prima

alla nave della vita.

Desidero un porto

per buttar l’ancora

e riparar le rotte reti

del mio travaglio

perché tuttora

incerto è il cammino.

Sono oltre l’orizzonte,

naufrago su fragile zattera

e

nel cielo non vedo stelle

non ho la bussola

forse domani

un gabbiano mi salverà.

 

IN-CERTE SPERANZEultima modifica: 2014-07-16T12:11:17+00:00da hooks46
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento